banner top

Preparare le conserve di verdura

ita eng

conserve, verdura, consiglio chef

Cerca una ricetta

2016-09-21

Marmellata di cipolle di Tropea
Accompagnamento perfetto per formaggi stagionati (di mucca o capra) ma buonissima su crostini di pane.
Mondate e tagliate 600 gr di cipolle di Tropea, mettetele in una casseruola con 100 g di zucchero di canna, il succo filtrato di un limone, 1 cucchiaino di sale, una foglia di alloro, una manciata di pinoli e un cucchiaio di uvetta sultanina precedentemente ammollata e strizzata. Cuocete a fuoco lento per un’ora circa. Girate di tanto in tanto. Terminata la cottura versate la marmellata nei barattoli sterilizzati, chiudeteli e adagiateli a testa in giù finché saranno freddi. Controllate quindi che nei barattoli si sia formato il sottovuoto, a quel punto saranno pronti per essere messi in dispensa.   Zucchine contadine in agrodolce
Perfette per accompagnare un secondo di carne. Pulite e tagliate 1 kg di zucchine, mettetele in un tegame con 2 cipolle affettate, 1 spicchio di aglio, qualche chiodo di garofano, una presa di sale, cucchiaio di zucchero, bicchiere di olio e di aceto bianco. Cuocete e portate a bollore. Lasciate andare ancora per circa 5 minuti, quindi trvasate nei vasetti di vetro. Chiudete e rigirate a testa in giù, sino a raffreddamento. Si conservano fino a un anno.
Melanzane
 
Consiglio le melanzane tonde perché più dolci di quelle viola allungate. Tagliatele a fette di circa mezzo cm, mettetele in uno scolapasta con del sale grosso e lasciatele riposare per 30 minuti. Sciacquatele, asciugatele e friggetele in olio di arachide. Quando saranno fritte tamponatele con carta e disponetele in un vasetto. Alternate le melanzane a qualche foglia di basilico, un piccolo peperoncino, dei pomodorini ciliegino tagliati a spicchietti, dell'aglio e, volendo, un filetto di acciuga sott’olio a pezzetti. Finite con olio extravergine fino in cima, chiudete e fateli bollire per almeno 30 minuti.
Pomodori secchi saporiti
 
Avrete bisogno di 4 kg di pomodori San marzano o ciliegino (per ottenerne circa 600-800 g secchi). Tagliateli a metà per il lungo, adagiateli in teglia con il cuore verso l'alto. Conditeli con olio, un pizzico di sale e di zucchero, lasciateli cuocere a 120° per circa 8 ore. Quando saranno essiccati metteteli in vasetto. Copriteli con dell’olio extravergine di oliva, pressate accuratamente per evitare che restino bolle di aria. Aggiungete dell'aglio, qualche foglia di origano e capperi sotto sale e ricoprite con olio sino al bordo, chiudete ermeticamente. Sterilizzateli in acqua bollente. Perché ottenere il massimo del gusto sarebbe meglio lasciarli a riposare per almeno un mese.